Forza! Tutti a letto!!!

Valentina qualche mese, parlando di Allegra, scriveva:

“Tutte le sere mi ritrovo a dire la stessa frase: ‘Su, dai forza, a nanna!!!’ e tutte le sere mi ritrovo a sentire le stesse risposte… anche in questo periodo, in cui non c’è scuola, la tiritera è sempre la stessa, quelle rare volte in cui mi dice di sua spontanea volontà che va a letto perché stanca, quasi mi preoccupo e penso stia male.

La sua passione più grande è quella di addormentarsi sul divano, vestita come capita, con una copertina di passaggio, uno stile campeggio giusto un po’ più raffinato… Il colmo è che ora anche la mini Ludo è entrata nello stesso girone malefico ed ora prima di riuscire a farla addormentare nel suo lettino devo adottare varie tecniche di ‘decompressione da giornata super eccitante con la sorella adorata’ e così mentre chiedo alla grande di alzarsi o almeno trascinarsi fino al suo letto, con tutta la mia concentrazione tantrica, cercando di mantenere una calma e serenità pari solo a Yogananda, cerco di far scivolare la mini in un dolce pre-sonno che prego con tutta me stessa si trasformi in un sonno lungo e pesantissimo una volta dolcemente appoggiata nel suo lettino (mi riesce una volta su tre, ma quando mi riesce son soddisfazioni!!!).

bimbi tutti a nanna

Ecco, posso dire che io non sono una di quelle mamme con super regole ferree sull’andare a dormire presto, con la stessa procedura che si ripete uguale tutte le sere… Sarò disorganizzata, sarà che neanche io riesco a darmi una regola per il sonno…”

Io, Vanessa, che come Valentina, per indole non sono una mamma “rigida”… in questo caso lo sono diventata per sopravvivere! Per contenere le tre piccole ribelli, sto provando ad adottare  il metodo “mamma super regole ferree”.

Le tre Bubbles Emma Inès e Martina fin da piccole si sono specializzate nell’unirsi per ritardare il più possibile l’ora della nanna!

“ancora un attimo!…devo finire una cosa!…non ho sonno!…è presto!”

bimbi tutti a nanna

Iniziata la scuola il problema è diventato prioritario perché la sveglia del mattino è stata anticipata di più di un’ora! Il vero problema è diventato svegliarle al mattino e non metterle a letto la sera!!!

Partendo dal presupposto che i bambini dovrebbero dormire almeno 10 ore ecco cosa provo a fare ogni sera:

  1. A quest’età i bambini (per fortuna) non hanno ancora il senso del tempo per cui mi sono riproposta di anticipargli la cena alle 18.30/19.00 (a seconda degli impegni) così, ho pensato, hanno ancora quasi un’ora di gioco prima di andare a letto!
  2. Niente televisione dopo mangiato: li agita!
  3. Ho creato un rituale che parte alle 20.00: pigiama/dentini (sono in tre: prima di arrivare tutte pronte sotto le coperte sono le 20.15)….e storia della nanna!(se possibile letta dal papà che non vedono da tutto il giorno!). La storia della nanna non deve per forza essere un libro, potete inventarne una voi usando loro come protagonisti o raccontare loro di voi quando eravate piccoli, o dei loro zii, nonni…le mie bimbe adorano ascoltare questi racconti!

Ma ecco cosa succede in realtà…

-anticipare la cena non è sempre facile tra i mille impegni del pomeriggio e i compiti. La prima settimana non sono mai riuscita a mettermi ai fornelli prima delle 19.00 e si mangiava, se andava bene, alle 20. Giunta ormai alla terza settimana di scuola, quando mi rendo conto che sto perdendo la mia quotidiana lotta contro il tempo, mi invento cene super easy, velocissime da preparare: cous cous, “serata piadina”, passato di verdure fresco (bio ma confezionato)… in più mi sono resa conto che, è vero che anticipare la cena gli da più tempo per giocare, ma non riescono a mangiare con il papà che arriva più tardi (e la mamma deve cucinare due volte!)

bimbi tutti a nanna

Quando dico “è ora di andare a nanna” parte la lotta “faccio i dentini prima io! Stasera scelgo io la storia della nanna! No tocca a me!!!!”….Un delirio…. Riuscire a placarle è cosa non facile e mi fa perdere un sacco di tempo. Abbiamo provato a definire dei turni per i dentini e  per chi sceglie il libro da leggere, ma, al momento, non ho ancora ottenuto il risultato sperato!

-rispettare gli orari è la cosa più difficile, gli imprevisti con i bambini sono dietro l’angolo e la sera siamo tutti stanchi, più nervosi e poco collaborativi.

Quando finalmente riusciamo a raggiungere i tre lettini le gemelle si addormentano  durante la storia della nanna, Emma invece,  fin da piccola, fa molta fatica a prendere sonno e dopo mesi passati in camera da letto al buio aspettando che si addormentasse (se mi allontanavo urlava svegliando le due sorelle, il mio incubo peggiore!!), negli ultimi giorni, visto che è un’appassionata di lettura, le abbiamo preso una ‘lucina’ per leggere qualche pagina di libro nel suo letto prima di addormentarsi e al momento sembra che funzioni…!

img_9625

 

I rituali con i bambini alla lunga vincono sempre perché gli danno sicurezza. I bambini non sono in grado di regolarsi in autonomia e, anche se inizialmente mal sopportano le regole, so che se saró costante riusciró a fargli apprezzare anche il momento di andare a dormire e, soprattutto, di svegliarsi riposate il mattino dopo!”

 

La vera impresa per noi mamme è RESISTERE ai capricci, alle urla, ai non voglio e cercare di non cedere anche quando la sera, stanche, affrontiamo quest’ultima sfida! Perchè, alla fine, facciamo sempre tutto per il loro bene!

Ma che fatica ragazze!!!!!

Ma voi, come riuscite a gestire senza tragedie il momento dell’andare a dormire?
Le sbubble mamme 😜